Monterosso: due giorni per riscoprire il suo antico patrimonio

Non solo mare e sole: nelle Cinque Terre sono tanti anche i beni artistici tramandati secolo dopo secolo. Per valorizzare questo tesoro, il Comune di Monterosso al Mare e il Parco delle Cinque Terre, in collaborazione con la Pro Loco di Monterosso, organizzano una due giorni intitolata “Monterosso: la riscoperta dell’antico, un patrimonio da conoscere e valorizzare”. Nel corso dell’iniziativa, che si svolgerà nella giornata di venerdì 27 ottobre presso la Sala Consiliare del Palazzo Comunale di Monterosso e sabato 28 presso il Santuario di Nostra Signora di Soviore, saranno comunicati i risultati di alcune ricerche condotte sui beni culturali distribuiti nel nucleo storico del paese e nel territorio immediatamente circostante. Animati dallo spirito e dalla voglia di scoperta…alla Indiana Jones e dall’amore per questa terra unica, gli abitanti e i visitatori di questi luoghi magici che non finiscono di stupire per le loro ricchezze artistiche e naturalistiche, avranno un’occasione imperdibile per approfondire la conoscenza di tanta bellezza. Fondamentale, in questo senso, il primo step, costituito dalle ricerche dalla Winterschool organizzata nel dicembre 2014 dal Comune di Monterosso in collaborazione con l’Istituto di Archeologia Medievale dell’Università di Padova, che ha analizzato le strutture architettoniche del borgo comparandole a ricerche archivistiche. Il passato rimarrà vivo, messo alla portata di tutti in modo da farli attivamente partecipare al mantenimento della memoria. Durante la prima giornata, si terrà la presentazione del volume “Un patrimonio italiano - Beni culturali, paesaggio e cittadini” di Giuliano Volpe. Il tema è in armonia con gli argomenti del seminario finalizzato a fornire nuove conoscenze del patrimonio edilizio e archeologico monterossino per i secoli dal X al XV. Nella seconda verranno presentate le ricerche condotte sull’edilizia “signorile” del borgo e del castello, per precisare le diverse fasi di sviluppo dell’abitato e i suoi rapporti con il castello d’altura; le riflessioni sul più antico edificio di culto e funerario, scavato all’interno dell’attuale chiesa di Santa Maria di Soviore. A confrontarsi su questo tema interverranno, dopo i saluti delle autorità, alcuni tra i più autorevoli studiosi di archeologia nelle sue diverse accezioni(archeologia dell’architettura, scavi stratigrafici e loro valorizzazione, bioarcheologia): Giuliano Volpe, ordinario di Archeologia Cristiana e Medievale - Università di Foggia Gian Pietro Brogiolo, già ordinario di Archeologia Medievale - Università di Padova Paolo Vedovetto - Università di Padova Alessandra Frondoni, già Soprintendenza per i Beni Culturali della Liguria Maurizio Marinato, bioarcheologo Marco Valenti, associato di Archeologia Cristiana e Medievale – Università di Siena Vincenzo Tinè, Soprintendente di Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Genova, Imperia, La Spezia e Savona - MiBACT L’evento ha ottenuto i patrocini della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO; del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria; del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; della Diocesi della Spezia, Sarzana e Brugnato; della Regione Liguria e della Provincia della Spezia; dei Comuni di Beverino, La Spezia, Levanto, Pignone, Porto Venere, Riccò del Golfo Riomaggiore, Vernazza. Modalità di partecipazione La partecipazione ad entrambe le giornate è gratuita previa registrazione al sito https://monterossoriscopertadellantico.wordpress.com/partecipa/. Come raggiungere il Santuario di Soviore Il Santuario è raggiungibile in automobile ed è dotato di ampio parcheggio libero gratuito.  http://www.soviore.it/itaarrivare.htm Oltre alle corse dei bus di linea con partenza dal borgo di Monterosso, l’organizzazione metterà a disposizione un servizio navetta da e per il Santuario con le seguenti modalità: Partenza dalla Piazzetta di Fegina (borgo di Monterosso): dalle ore 8:15 alle ore 9:15, con una frequenza di un bus ogni 15 minuti (gratuito) Ritorno dal Santuario di Soviore: -       Ore 16:47 bus di linea (costo 1 euro per i residenti, 1.50 euro per i non residenti. I biglietti sono acquistabili presso l’Info Point del Parco (1° binario stazione ferroviaria di Monterosso). Il biglietto è acquistabile anche a bordo al costo di 2.50 euro   -       dalle ore17:50 alle ore 18:50, con una frequenza di un bus ogni 20 minuti (gratuito)   Menù convenzionato solo su prenotazione presso il Ristorante del Santuario: cell. 334 8815822 tel. 0187 817385-817470 o e-mail: info@soviore.it
Close Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.