Il Sentiero Azzurro Corniglia - Vernazza

Corniglia - Cinque TerreIl sentiero 592-3 (SVA2) costeggia i numerosi vigneti di Corniglia, attraversa la strada asfaltata per San Bernardino, e prosegue per il rustico ponte del Canale dove sotto scorrono le acque del Rio Groppo. Poco dopo c’è un bivio: il sentiero che sale a destra porta alle Case Fornacchi, mentre il 592-3 (SVA2) prosegue a sinistra, in piano, inoltrandosi negli oliveti. L’ambiente è ombroso e il terreno ricoperto da un prato, dove si trovano numerose piante: anemoni, orchidee e le spate verde chiaro del Gigaro, foglie infestanti che catturano gli insetti per l’impollinazione emanando un odore nauseante. Si prosegue il cammino attraversando il ponte a schiena d’asino del Canaletto, si risale negli oliveti fino a sbucare nella macchia mediterranea. A questo punto la mulattiera incontra la zona interessata dalla frana del Guvano e l’omonima, famosa spiaggia. Dall’alto si possono vedere i muraglioni di contenimento costruiti per proteggere la vecchia linea ferroviaria, la scogliera frangiflutti e le opere di canalizzazione delle acque. C’è anche un’arca di sosta attrezzata. Il sentiero prosegue in leggera salita, fino a raggiungere l’abitato di Prevo. Poco prima s’incontra, sulla destra, una variante che sale a San Bernardino. Il sentiero costeggia in alto le case a grappolo sul mare. Subito dopo c’è la possibilità di effettuare un percorso alternativo, l’ex. 2/b, molto più panoramico del sentiero principale. E’ unavernazza_1 scalinata sulla sinistra che scende negli oliveti sotto il paese e prosegue su un percorso pensile ricavato dal muro di sostegno di un terrazzamento. Se, invece, si mantiene il sentiero principale incomincia la discesa verso Vernazza. Al termine di una serie di scalette il sentiero si ricongiunge con la variante ex. 2/b. Il cammino prosegue tra vigneti, macchia mediterranea dove spiccano l’euforbia arborea e la bocca di leone gialla, pianta piuttosto comune nelle Cinque Terre, ma rara altrove, essendo la sua presenza limitata alle zone nord occidentale del Mediterraneo. Si sovrasta l’abitato di Vernazza e ci si imbatte nel sentiero 507 (ex n. 7) che, sulla destra, sale per San Bernardino e la Cigoletta. Si continua a scendere costeggiando una torretta cilindrica d’avvistamento medievale. Ancora due tornanti e si arriva in paese. Tempo di percorrenza: 1 ora e 30 minuti
Difficoltà:  Escursionistico
Lunghezza: 3,45 km.  Il dislivello complessivo del sentiero è di 120 metri.


ATTENZIONE: il transito sul sentiero 2 è subordinato al pagamento di un biglietto pedaggio. In alternativa si consiglia l’acquisto della “Cinque Terre Card”


mappa1

Close Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *